Bottle sharing

By : | 6 Comments | il : aprile 8, 2010 | Categoria : Curiosità

Una delle novità curiose del Vinitaly 2010 che mi ha colpito di più è stata la notizia del Bottle Sharing, ovvero la condivisione delle bottiglie di vino fra i tavoli dei commensali.

Trovo che sia davvero interessante questo tipo di iniziativa, dato che molto volte, sia per paura di bere troppo se si deve guidar, sia perchè molte volte si è in 2 su un tavolo, la bottiglia di vino scelta e fatta aprire molte volte viene lasciata a metà, magari sorseggiando solamente un bicchiere.

Con questa iniziativa, che man mano sta incuriosendo molti ristoratori, si potrà così scegliere delle etichette “importanti” e gustarle durante il proprio pasto, risparmiando sul costo della bottiglia e facendo felice nella stesso tempo più persone durante il pasto.

Ovviamente da tempo c’è la possibilità di scegliere il vino a calice, o a mezza bottiglia, ma non sempre sono disponibili grandi nomi, ed è per questo che il Bottle Sharing potrebbe dare una mano agli amanti del buon vino per le persone comuni.

Voi che ne pensate? Trovate giusta questa idea? Attendo commenti!!

Bottle sharing ultima modifica: 2010-04-08T21:07:04+00:00 da Daniele
Share This Post!

Comments (6)

  1. posted by Stefano on 10 aprile 2010

    Sono d’accordo con Te…sarebbe molto piacevole e nel contempo interessante provare diverse qualità i vino senzaa necessariamente finire con il “tazzare” bevendo troppo vino 🙂

    ma…the question is: dove e quali sono i locali che hanno già introdotto tale novità ???

    (io sono di Milano….)

    grazie

     
  2. posted by daniele on 10 aprile 2010

    @Stefano, per ora non ho ancora saputo nulla su dove si può trovare questa iniziativa, ma appena ne scopro qualcuno ti faccio sapere, e sarebbe interessante creare una lista di ristoranti che promuovono l’iniziativa. Io sono di Novara 😉

     
  3. posted by Marco on 18 aprile 2010

    Ciao, c’e’ un locale che si chiama Ostarie Vecjo Friul, in via Rosmini a Milano che sta proponendo il “wine pooling”, che mi sembra simile. Lo trovate su facebook con la sua pagina e gli eventi “Ostarie Vecjo Friul”

     
  4. posted by daniele on 18 aprile 2010

    @Marco, grazie per la segnalazione, gli darò un occhio al più presto.

     
  5. posted by fabiomax on 21 maggio 2010

    molto interessante! devo infatti ammettere che quando riesco ad andare al ristorante con la mia compagna scegliere un vino è sempre molto difficile in quanto c’è sia il problema del costo che quello delle sanzioni autostradali. acquistare una bottiglia da 30/50€ e poi lasciarne una metà o anche “solo” un quarto non mi va giù. c’è l’alternativa di portarsi il vino a casa certamente ma si tratta comunque di vino aperto che non dura….

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *