Gli “zuccheri mortali” si possono evitare

By : | 0 Commenti | il : aprile 29, 2012 | Categoria : Curiosità

aspartame

Lo zucchero, detto anche saccarosio, è il più comune dolcificante che troviamo sul mercato. Ma oltre allo zucchero tradizionale si trovano anche altre alternative; bè, il secondo zucchero più comune è lo zucchero di canna, ma nel corso degli anni e con l’aiuto della tecnologia l’uomo riesce anche a produrre dei dolcificanti chimici, e secondo alcuni anche dannosi per l’uomo: fra gli edulcoranti chimici piu conosciuti troviamo:

Saccarina (500 volte più dolce dello zucchero, prodotto dalla sintesi di sostanze organiche solforate, toluolo, ora sotto osservazione per presunta cancerogenicità)
Aspartame (200 volte più dolce dello zucchero)
Ciclammati (40 volte più dolce dello zucchero, nel 1970 è stato vietato negli USA, ma in alcuni paesi è ancora consentita una dose minima giornaliera di 0,4 mg per kg. Corporeo)
Dulcina (200 volte più dolce dello zucchero, sembra esser responsabile di effetti cancerogeni al fegato.

Quelli sopra elencati erano gli edulcoranti artificiali, ma esistono anche quelli naturali:
Glucosio (presente nella frutta e nel miele), Fruttosio ( nella frutta), Lattosio (nel latte), Maltosio (nel malto), Sorbitolo (effetto lassativo se si supera la dose giornaliera di 25 g.), Xilitolo (si trova nel legno di alcune piante), Glicirizzina (estratto dalla radice della liquirizia), Monellina (estratto da una pianta africana, quasi 3000 volte più dolce dello zucchero, infatti è limitatissimo il suo uso), Miracolina (estratto da una pianta tropicale, modifica il gusto di sostanze amare e acide).

Un’altro edulcorante naturale è lo Stevioside, estratto dalla pianta Stevia (della famiglia dei crisantemi, viene coltivato nel Sud America, ed oltre alle sue caratteristiche dolcificanti, è usato anche come medicinale. C’è però un piccolo problema per lo Stevioside, è scientificamente provato che sia cancerogeno, infatti in Europa e USA è vietato l’uso, ma in Giappone, Cina, Sud america, ed altri paesi è normalmente usato come dolcificante. In Giappone la Coca-Cola lo usa come dolcificante nella coca-cola light…..

Un altro e comunissimo dubbio che molte persone si chiedono, è quello dell’Aspartame. E’ cancerogeno o no? Anch’esso è un edulcorante artificiale, e qui in Italia lo troviamo quasi sempre nei cibi “light”(perchè è privo di calorie, ma 200 volte più potente dello zucchero)….. fate un giro al supermercato e prendete un po’ di tutto, e ditemi se non lo trovate fra gli ingredienti… gomme da masticare, bevande, yogurt, ecc ecc..
L’Aspartame è composto da acido aspartico e da fenilalanina, quest’ultima sostanza, ad alcuni individui è impossibile da metabolizzare, da cui deriva la malattia genetica fenilchetonuria.

Ma per sintetizzare la storia dell’aspartame si risale al 1981, quando venne vietato negli Stati Uniti perchè provocava, secondo esperimenti in laboratorio sui topi, tumori al cervello. Ma quando in America si cambiò presidente, l’aspartame venne riammesso all’uso alimentare, sia per alimenti riscaldati sopra i 30°C, sia per qualsiasi altro utilizzo….quindi anche nelle bevande (vedi Coca-cola)..
Secondo alcuni l’aspartame sarebbe nocivo. Alcuni incolpano il metanolo contenuto: il metanolo è un veleno che viene assorbito quando incontra la chimotripsina, un enzima che si trova nell’intestino tenue. Se però il metanolo viene scaldato a più di 30°C (e questo avviene naturalmente all’interno del corpo), si trasforma in metanolo libero, che viene assorbito molto più rapidamente. Inoltre all’interno del corpo si ossida in formaldeide ed in acido formico (il veleno delle formiche), sostanze classificate entrambe come cancerogene dall’OMS. Sempre secondo alcuni, il motivo per cui il metanolo non sarebbe dannoso in altri alimenti in cui è presente, come la frutta, è che in questi alimenti sarebbe contenuto anche un suo presunto antidoto naturale: l’etanolo, che ne bloccherebbe l’assorbimento.

Quindi, per concludere, visto che questo dolcificante si può escludere, io l’ ho già fatto da tempo, semplicemente facendo attenzione al supermercato mentre compro qualcosa.

Gli “zuccheri mortali” si possono evitare ultima modifica: 2012-04-29T20:56:55+00:00 da Daniele
Share This Post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *