Brioches senza burro

By : | 12 Comments | il : novembre 20, 2012 | Categoria : Dolci

Ebbene si, anche le brioches senza burro si possono fare, e come potete vedere dalla foto sono uscite anche bene, ed ovviamente buone!!

Ottiei per una prima colazione, sono soffici, gustose, e….. leggere!!

Voi come siete abituati a fare la vostra Prima Colazione? Rispondete al sondaggio.

Procedimento:

Fate Sciogliere il lievito nei 100 gr di acqua tiepida .Unire i 130 gr di farina e mescolare: risulterà un composto appiccicoso; dev’essere proprio cosi. Copritelo con un canovaccio e lasciate lievitare 40 minuti.

Ora riprendetelo ed aggiungete la restante farina (i 420 gr), lo zucchero, l’olio, il pizzico di sale, il latte a temperatura ambiente
e la vanillina. Mescolate ed impastate per bene, per almeno 3 minuti. Fate lievitare un’ora. Deve raddoppiare di volume.

Riprendete l’impasto e stendete la pasta con il mattarello. Ricavate dei triangoli, e sempre col mattarello allungateli un pò. Farciteli con Nutella o confettura di lampone  (non abbiate paura ad abbondare, la farcitura non fuoriesce se non è troppo liquida), e richiudeteli bene, arrotolandoli. Fateli lievitare 40 minuti.

Diventeranno belli gonfi: a questo punto potete spennellarli con latte a temperatura ambiente, oppure con tuorlo d’uovo sbattuto e decorarli con granella di zucchero.

Fate cuocere in forno per circa 20 minuti a 180 C°

Virginia Pietralunga.

Brioches senza burro ultima modifica: 2012-11-20T11:41:55+00:00 da Daniele
Share This Post!

Comments (12)

  1. posted by christian m on 22 novembre 2012

    wow! sei il mio mito! grazie le farò anche io!! :))

     
  2. posted by Daniele on 22 novembre 2012

    @tutto merito di Virginia!!

     
  3. posted by Angela on 29 novembre 2012

    Ottimi! appena sfornati… la ricetta più facile che io abbia mai realizzato e sono venuti molto meglio dei classici croissants in cui mi sono cimentata!!!!

     
  4. posted by Daniele on 29 novembre 2012

    @Angela, tutto merito di Virginia…. Ma super incuriosito ora li sto facendo pure iooooo 😉

     
  5. posted by Marinella on 1 ottobre 2013

    Ciao, io ho appena provato questa ricetta dopo averne provate altre due simili. Ho riscontrato lo stesso problema. L’impasto mi rimane molto molle dopo la seconda lievitazione, tanto da attaccarsi alle dita e costringermi ad abbondare con la farina sulla spianatoia per stenderla.
    Inoltre dopo aver formato le brioches non si gonfiano, solo in cottura aumentano un po’ di volume.

     
  6. posted by Daniele on 2 ottobre 2013

    @ Marinella, quando hai fatto lievitare le brioches l’ambiente com’era? Era ben caldo? Può dipendere anche da quello. E quando hai impastato l’hai fatto a lungo? Anche quello è un passaggio importante. Meglio se con un impastatrice elettrica.

     
  7. posted by Angelica on 23 ottobre 2013

    fantastico!!il mio mito..ma volevo sapere..con questa quantità quanti ne vengono?grazie

     
  8. posted by daniele on 23 ottobre 2013

    @Angelica, dipende quanto grandi le fai. Ma più o meno 20 🙂

     
  9. posted by Mary on 23 ottobre 2013

    Questa te la copio! Personalmente, vado sempre alla ricerca di qualcosa senza burro, ma questo mi fa rinunciare a molte cose, come i croissants….Li proverò assolutamente! Volevo solo capire la conservazione..Dove e per quanto tempo li posso conservare? Grazie mille 🙂

     
  10. posted by Daniele on 23 ottobre 2013

    @Mary, queste brioches ti consiglio di consumarle entro 4/5 giorni, anche perché diventerebbero asciutte e secche. Ambiente va bene anche fuori frigo, se non fa troppo caldo, altrimenti in frigorifero va bene.

     
  11. posted by Mary on 23 ottobre 2013

    Ti ringrazio, allora le conservo a temperatura ambiente e le consumo entro 3giorni anche se dubito durino così tanto:-) ma le conservo come? chiuse in sacchetti o in contenitori?

     
  12. posted by Daniele on 23 ottobre 2013

    @Mary, uguale, l’importante che non prendano aria e si “asciugano” ma quello dipende anche dal tempo esterno, se è umido o secco, se è secco allora meglio “rinchiuderle” il più possibile.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *